PRANZO NATALE 2020
Prenotazioni chiuse
Vi aspettiamo Domenica 20 Dicembre 2020 dalle ore 12.00 alle 13.00 !!






NEWS LETTER GRIFONI
Tieniti informato sulle novità

Iscriviti qui Newsletter Grifoni
Filtra le notizie per tipologia:

07/03/2012, 16:58

SPRECHIAMO E RISCHIAMO CONTRO UN BUON TRENTO - LA PARTITA NELLA CRONACA DI BOCI CARPENE'

Mi trovo nell’inedita veste di cronista sportivo e cercherò di riportare gli avvenimenti di domenica a Trento. Sicuramente non sarò più di tanto dettagliato e preciso, un po’ perché delle partite ricordo solo alcuni sprazzi, un po’ perché son pur sempre un pilone e mi trovo meglio a “smoltonar” in campo che sopra una tastiera, comunque farò del mio meglio.

Partiamo per la trasferta più lunga dell’anno in numero assai esiguo, e arriviamo dopo tre ore buone nella conca trentina, accolti da una leggera pioggia che ci farà compagnia per tutta la giornata.

La formazione è ancora una volta rimaneggiata per sopperire alle assenze, ma almeno ritroviamo ai posti di combattimento Earl in seconda linea e Naressi all’apertura. Inizia l’incontro ma noi probabilmente siamo ancora semi-addormentati in pullman, tant’è che dopo pochi minuti un avversario si inserisce nella nostra linea di difesa e va a depositare indisturbato la palla in area di meta. Trasformazione riuscita e ci ritroviamo ad inseguire quella squadra che probabilmente abbiamo sottovalutato.

Per fortuna ci riprendiamo e ci insediamo nella loro metà campo giocando male ma cercando di fare le cose semplici; concretizziamo i nostri sforzi quando Marco De Carli trova il varco che gli permette di segnare. Niente punti aggiuntivi e siamo ancora sotto.

Continuiamo a giocare noi, producendo però una smisurata serie di errori alla mano ed in touche, finchè Naressi tira fuori il coniglio dal cilindro e si inventa un drop da posizione neanche tanto centrale portandoci in vantaggio. Dopo un po’ una punizione trasformata ci porta altri tre punti, tuttavia il bel gioco continua a latitare. I primi 40’ terminano con il Trento in attacco senza che il punteggio cambi: 7-11 e ancora molto lavoro da fare.

Inizia la seconda frazione che viene giocata esclusivamente nella zona di campo compresa fra i rispettivi 22 metri: poche azioni degne di nota con le squadre che si spostano solo grazie ai calci di punizione, decretati dal severo arbitro. I falli ripetuti costringeranno prima un giocatore trentino, poi il nostro Pietro Sindoni a 10 minuti dietro i pali. In questo contesto noi guadagniamo altri 6 punti, frutto di due punizioni trasformate da Naressi, ma la formazione di casa farà altrettanto nel finale, costringendoci a terminare la gara difendendo strenuamente l’esiguo vantaggio.

Abbiamo affrontato una squadra che rispetto all’andata è sicuramente migliorata, e che soprattutto era desiderosa di fare una bella prestazione davanti al pubblico amico, cercando la prima vittoria stagionale.

Per quanto riguarda noi Bestie invece, siamo arrivati in altura forse troppo rilassati e distratti, e non siamo riusciti a creare in campo quell’organizzazione di gioco che i coach Gustavo e Andrea ci avevano richiesto. Non abbiamo messo al sicuro la partita quando ne abbiamo avuto l’occasione, ovvero all’inizio del secondo tempo quando i nostri avversari sembravano un po’ disorientati. Vincere giocando male è sempre meglio di perdere, ma dovremo lavorare duro in settimana, per presentarci al meglio all’appuntamento col Monselice di domenica prossima a Polcenigo, quando saremo chiamati a riscattare l’orribile prestazione dell’andata. Alla fine sempre e comunque: FORZA BESTIE!!!

Hanno giocato: Frara T., Giuriolo, De Carli, Strohbach, Cazorzi, Naressi, Nadalon, Rossi, Sordon (st. Sanson), Martin S., Marson, Pessotto, Sindoni, Del Puppo (st. Zoia), Carpenè. A disposizione: Da Rugna, Polesello, Pompilii. All. Dalla Ca’ e Zanusso.

Hanno segnato: m. Trento tr. (7-0), m. De Carli nt. (7-5), drop Naressi (7-8), cp. Naressi (7-11), st. cp. Naressi (7-14), cp. Naressi (7-17), cp. Trento (10-17), cp. Trento (13-17)

Ultima modifica: 07/03/2012 alle 18:01

Indietro