PRANZO NATALE 2020
Prenotazioni chiuse
Vi aspettiamo Domenica 20 Dicembre 2020 dalle ore 12.00 alle 13.00 !!






NEWS LETTER GRIFONI
Tieniti informato sulle novità

Iscriviti qui Newsletter Grifoni
Filtra le notizie per tipologia:

15/03/2016, 20:21

SERIE B, TORNIAMO ALLA VITTORIA

(di M. Corona)

Una bella giornata di marzo in quel di Oderzo ospita il ritorno della gara contro i Caimani. I ragazzi sono concentrati, sanno che la parentesi Villorba deve essere chiusa in fretta e durante la settimana si è pensato in effetti ad introdurre alcuni correttivi. Ma è evidente che la vittoria sarà tutt'altro che scontata: con una rapida occhiata al riscaldamento degli avversari si capisce già che sarà una storia completamente diversa dalla gara di Bondanello.

In effetti i Caimani appaiono essere una squadra strutturata robustamente lì davanti, con un pacchetto di mischia davvero trofico nel reparto delle terze ad anche nelle due colonne con il 4 e 5 sulle spalle: proprio dei ragazzoni volenterosi e avidi di contatto. Ma i nostri ragazzi partono convinti e sfoggiano un ottimo e rapido handling, con il quale conquistano ampi spazi del campo ed in rapida successione realizzano prima un calcio a favore, prontamente piazzato fra i pali da Bottosso e, dopo altri 3 minuti, finalizzano una bella azione di rimessa nel limite dei 22 avversari lanciando Florian all'ala, consentendogli di bucare la difesa ospite e di schiacciare l’ovale vicino ai pali. Due facili punti per Matteo Bottosso e siamo 10 a 0. I Caimani non ci stanno, così reagiscono con volontà e si insediano nella nostra metà campo con azioni di forza, sostenute dal pacchetto sia nello stretto che in prossimità della mediana. Una serie di pick&go ci mette in difficoltà tale da dover concedere un calcio, che viene magistralmente piazzato nell’out ai 5 metri in attacco e finalizzato poi con una nutrita serie di tentativi di sfondamento a ridosso della linea di meta, conclusi verso l’out di destra dalla meta di Gelati. Per nostra fortuna il calciatore avversario Samuele Flisi non trasforma e possiamo ripartire. Da queste azioni alla mano e dalla buona gestione della touche operate dai Caimani, realizziamo che a loro disposizione ci sono una nutrita serie di opzioni di gioco e un peso specifico superiore al nostro nella stazza globale del pacchetto, fattori che cerchiamo di declinare difensivamente anche grazie ai suggerimenti dei Coach Faltibà e Visentin. In effetti poi, i Caimani si dimostrano non solamente combattivi come ci aspettavamo, ma decisamente ben organizzati anche negli spazi allargati, nei quali inseriscono costantemente qualche ball-carrier di peso, che andrà costantemente a testare la peraltro ruvida cintura difensiva dei nostri backs, in particolare di Capitan Buratto e di Barbieri. Questa tattica di gioco ci porta purtroppo a concedere, pure con una certa generosità, alcuni calci di punizione causati da indiscipline nel riposizionamento difensivo sui breackdown. Così, da una di queste occasioni concesse, i Caimani traggono le necessarie forze e competenze per siglare la seconda meta di giornata, finalizzata dal pilone Manghi dopo alcuni pick&go da touche. Flisi trasforma agevolmente e siamo 10 a 12 al 27°. Galvanizzati i nostri ospiti, giustamente impensieriti i ragazzi, fra i quali però serpeggiano una buona affinità d’animo e la volontà di reagire. Prova ne sono i ripetuti tentativi annullati ai Caimani, quando questi si ripresentano nei nostri ambiti difensivi più prossimi alla linea di meta, spinti dall’ottima gestione tattica del piede operata dall’apertura Mezza e dall’estremo Cafarra. Annulliamo in successione 3 diverse occasioni pericolose, rubando palla nel pacchetto o negli spazi aperti, grazie ad un’ottima comunicazione e baldanza difensiva. Ci togliamo dall’imbarazzo di questi minuti difficili con una certa eleganza, benché capiti di perdere il nostro cagnaccio Cuzzolin in uno scontro di gioco (verrà sostituito ottimamente da Giacomo Dalla Pria). Con pazienza e non poca dedizione, arriviamo al duplice fischio dell’arbitro Bonato, che ci porta ad una necessaria riflessione con i nostri allenatori. Poche parole di incoraggiamento e suggerimenti mirati rianimano i nostri ragazzi, una bella rinfrescata e si riparte con rinnovata decisione. In effetti ci è ormai chiaro che sarà una giornata impegnativa e che si dovrà sacrificare molta della nostra energia per disinnescare la superiore fisicità dei gialloneri mantovani. E risulta altrettanto evidente che non dovremo sprecare le occasioni per segnare, anzi dovremo costruirle con intelligenza sfruttando le nostri armi migliori: possesso e multifase rapida. Riusciamo perciò a costruire più volte delle azioni ficcanti, sorprendendo la cintura difensiva ospite grazie ad alcune belle fasi di gioco alla mano sostenute dai nostri avanti e, dopo alcuni sbilanciamenti offensivi ben ricuciti, riusciamo ad incunearci fra la mediana in una azione di rilancio, grazie alla quale il nostro Bottosso (con una delle sue corse ubriacanti) riesce a trovare uno spiraglio giusto e a schiacciare oltre la linea. Un’altra facile posizione per finalizzare con ulteriori 2 punti e ci riportiamo in vantaggio. Entra Antonelli e sostituisce Steolo all’ala, anche i Caimani cominciano ad operare le loro sostituzioni e la gara vive alterne occasioni di gioco, nelle quali alla caparbietà degli ospiti farà da contraltare una cerniera difensiva ermetica operata dai Ragazzi del Piave. Scaramucce assortite, ma legali e corrette, offrono ad entrambi delle occasioni e noi sappiamo sfruttarne a dovere una golosa, piazzando con precisione un penalty trasformato in preziosi 3 punti grazie alla bravura della nostra apertura Bottosso. Andiamo così a distanza di break e questa condizione di favore dovrebbe indurci a gestire con saggezza la gara. Purtroppo alle volte la gioventù e la voglia di combattere sempre ed ovunque traggono in inganno e così rimediamo un giallo. Cominciano così 10 minuti di sofferenza, ma già dopo due pigliamo una meta dopo azione insistita dei Caimani su fronti alternati, finalizzata da Cafarra su imbeccata di Panizzi (entrato nel frattempo al posto di Mattia Flisi). I Ragazzi hanno bisogno di nuove energie e così mandiamo in campo Ciottolo al posto di un acciaccato, ma mai domo Florian e poi ridiamo fiato lì davanti inserendo Donadel al posto di un sempre battagliero Da Col. Sfruttiamo alcune situazioni di favore per far scorrere i minuti e recuperiamo così il buon Busato, che si ripresenta nei ranghi di terza linea dopo la pausa forzata. I Caimani paiono in effetti meno vivaci ora, mentre la nostra condizione non cala, al punto che ci installiamo stabilmente preso i 22 avversari e insistiamo con tenacia e determinazione al fine di non permettere occasioni pericolose ai nostri avversari. Ripetute azioni alla mano per i nostri beneamini, che si dimostrano ancora lucidi e pronti. Arriviamo all’80° ed entra anche Ceglie al posto di un ottimo Sturz, ora provato dai crampi. Ed è proprio da una touche lanciata da Ceglie e sostenuta dallo stesso con estrema rapidità che creiamo l’occasione propizia per un finale tranquillizzante, mettendo Cincotto nella condizione di segnare intoccato dopo una ripetuta ed efficace multifase. Rimangono spiccioli di tempo, i Caimani guardano sconfortati il tabellino e realizzano di essere a distanza non più colmabile per toglierci la vittoria, ma sufficiente per ottenere almeno un punto prezioso. Così decidono di impegnarsi in una battaglia di trincea, con l’obiettivo preciso di siglare almeno una meta che darebbe loro un risultato minimo di classifica. Ci provano con determinazione e sacrificio, ma ci opponiamo con orgoglio e disciplina e impediamo loro la segnatura pesante, rubando infine palla e spedendola oltre l’out per il triplice fischio.

La giornata appare assolata atmosfericamente, ma il sorriso dei ragazzi rischiarerebbe comunque anche un cielo plumbeo. Un circolo assiepato e braccia che si stringono per ribadire la fatica ben spesa e i complimenti per il finale.

Ci pare doveroso estendere tale sentimento anche ai nostri ospiti, che si sono davvero distinti per spirito battagliero e volontà, coniugati da una buona tecnica e da una bellissima sportività.

Ora ci aspetta il Petrarca in casa a San Donà e i ragazzi hanno fin da ora la voglia di giocarsela al massimo !

Vi aspettiamo perciò numerosi sugli spalti del Pacifici per la prossima gara dei nostri Ragazzi del Piave !

Hanno giocato:

15 Zanet Vasco; 14 Steolo Marco; 13 Barbieri Balazs; 12 (Cap) Buratto Riccardo; 11 Florian Stefano [70° Ciottolo Borin Nicola]; 10 Bottosso Matteo; 9 (V.Cap) Zanet Giordano; 8 Marian Daniele; 7 Busato Enrico; 6 Cuzzolin Marco [30° Dalla Pria Giacomo]; 5 Cincotto Filippo; 4 Da Col Riccardo [75° Donadel Giampietro]; 3 Mazzola Mattia; 2 Sturz Mirco [80° Ceglie Dario]; 1 Fantin Alessandro

Allenatori: Faltibà Giuliano e Visentin Filippo

Ultima modifica: 15/03/2016 alle 21:38

Indietro