PRANZO NATALE 2020
Prenotazioni chiuse
Vi aspettiamo Domenica 20 Dicembre 2020 dalle ore 12.00 alle 13.00 !!






NEWS LETTER GRIFONI
Tieniti informato sulle novità

Iscriviti qui Newsletter Grifoni
Filtra le notizie per tipologia:

18/11/2018, 22:05

RUGBY MONTEREALE vs GRIFONI RUGBY ODERZO FIRST XV

VITTORIA!

#FIRSTXV - QUEI BRAVI RAGAZZI    18-11-2018

Montereale Rugby - Grifoni Rugby Oderzo

FT: 15 - 36

(PT: 10 - 17)

PREMESSE Partita fondamentale, e non solo in termini di classifica. Si tratta infatti della prima trasferta stagionale, su un campo per niente facile. Veniamo poi da due vittorie rassicuranti, e con la pancia piena c'è il rischio di affrontare la gara senza la grinta necessaria. Obiettivo di giornata: imporre il nostro gioco e dare massimo sostegno ai compagni. E dimostrare che abbiamo fame.

CRONACA

Siamo nel nido delle aquile, nella splendida cornice montana di Montereale Valcellina. La partita inizia col piede giusto: ci riversiamo subito nei loro ventidue, decisi a mettere in chiaro le cose. Sventagliamo molto bene il pallone, ma alla fine è Buoro che trova il varco con una percussione decisa: meta sotto i pali e conseguente trasformazione, sempre firmata Buoro.

La reazione degli avversari non si fa attendere, e risalgono il campo fino ad assediarci a ridosso della nostra linea di meta. Fortunatamente, riusciamo a rubare una touche e ad uscirne indenni. La doccia fredda arriva però qualche minuto dopo, quando la loro apertura si incunea nella nostra difesa, trovando l'intervallo giusto. Meta e trasformazione: siamo sul 7 a 7 e tutto da rifare.

I Grifoni sono chiamati a reagire, cercando comunque di fare la partita nonostante la pressione avversaria. Al 10' con Buoro proviamo un piazzato all'altezza dei loro ventidue, ma purtroppo la palla esce sulla sinistra. Cinque minuti dopo stringiamo l'assedio e ci portiamo a pochi metri dalla fatidica linea, costringendo gli avversari al fallo: l'arbitro manda il loro numero 5 a riflettere per dieci minuti dietro i pali, e noi ne approfittiamo aggiungendo 3 punti al bottino grazie alla tomaia di Buoro, vero matador di questo inizio partita.

Ancora una volta, gli avversari rispondono a tono, ma riusciamo ad arginarli e a mantenere la battaglia lontano dalla nostra linea di meta. Siamo sulla metà campo quando, al 29', si materializza la galoppata imperiale di Dalla Francesca, che riesce a evitare i placcaggi avversari correndo sull’out di destra, per poi schiacciare l'ovale sotto i pali. Buoro non sbaglia dalla piazzola: ci portiamo sul 17 a 7.

Il Montereale però non si arrende e con le sue percussioni ci costringe più volte al fallo. A farne le spese è Fasan, che al 32' viene punito con un cartellino giallo. La posizione è propizia e regala così un piazzato agli avversari, che non sbagliano. Primo tempo che si chiude sul 17 a 10, per una gara avvincente e apertissima.

La seconda frazione ha un incipit di sostanziale equilibrio, ma dopo una manciata di minuti riusciamo a conquistare una touche all'interno dei loro ventidue, costruendo una piattaforma di lancio del gioco al largo, che vede ancora Dalla Francesca splendido finisseur, grazie ad una penetrazione perentoria che spezza la difesa e lo porta sotto i pali. Buoro che mette nuovamente la firma trasformando la segnatura. Aumenta il gap con gli avversari, ma vogliamo la quarta meta.

Mettiamo quindi le marce basse e spingiamo ancora: prima Dalla Francesca si avventura nuovamente negli spazi avversari, venendo però fermato tempestivamente dagli avversari. A regalarci il bonus offensivo è invece Ohwovoriole, che riceve l'ovale sulla destra, dopo che i nostri grossi l'avevano conquistato con una controruck sulla sinistra. L'ala nigeriana scarta rapido e poi mette il turbo, portando l'ovale in meta, in posizione facile dalla piazzola per i due punti extra di Buoro.

Ed è proprio Buoro che si rende protagonista di un'altra ottima azione: turnover a centro campo, recuperiamo palla e l'apertura opitergina la calcia nella terra di nessuno della difesa avversaria, per poi recuperarla e portarla oltre la linea di meta. Manca purtroppo la trasformazione. Siamo 36 a 10, circa un quarto d'ora dalla fine.

La gara si assesta poi in un sostanziale equilibrio, fatto di sportellate e percussioni da una parte e dall'altra.

A dieci minuti dal termine è però il Montereale ad andare in meta, in seguito a una serie di percussioni sulla destra (meta non trasformata).

Gli avversari non demordono, e ancora una volta paghiamo il prezzo della nostra foga agonistica: Pedron, al suo debutto in prima squadra, non si fa certo mettere in soggezione e, causa un placcaggio giudicato assogettabile a spear tackle, riceve un giallo canarino dall'arbitro. Che grinta, il ragazzo!

Negli ultimi minuti, in inferiorità numerica, resistiamo agli ultimi assedi avversari, mantenendo inalterato il risultato, fino alla fine.

CONCLUSIONE Terza vittoria (con bonus) consecutiva, che ci permette di affrontare la pausa di fine novembre con serenità. Partita dopo partita il gruppo sta crescendo, soprattutto sul piano mentale. Abbiamo risolto alcuni punti critici come mischia e touche, e i nostri trequarti stanno ingranando sempre di più. E la cosa più importante è la grinta agonistica, ormai vero tratto distintivo del nostro gruppo.

Ora però prepariamo un'altra trasferta impegnativa, il 2 dicembre a Pasian di Prato. Lavoriamo duro, perché noi dobbiamo VOLARE ALTO!

FORMAZIONE: Quercini, Drusian, Cardin A., Cardin C., Ohwovoriole, Buoro, Paladin, Dalla Francesca, Fasan, Botteon, Saltini, Pedron, Fabris, Faggiano (c), Frota Sarro – Entrati: Maschio – Mirodone - Singh. A disposizione: Barbieri, Bonotto, Mazzer, Tardivo.

Ultima modifica: 02/02/2019 alle 23:10

Indietro