PRANZO NATALE 2020
Prenotazioni chiuse
Vi aspettiamo Domenica 20 Dicembre 2020 dalle ore 12.00 alle 13.00 !!






NEWS LETTER GRIFONI
Tieniti informato sulle novità

Iscriviti qui Newsletter Grifoni
Filtra le notizie per tipologia:

27/01/2013, 19:26

ODERZOLIVENZA COMBATTE, MA BELLUNO GIOCA MEGLIO E VINCE 12-26 COI SOLITI CALCI DI PUNIZIONE

Abbiamo lottato e tenuto il campo a testa alta. Sapevamo quali erano i punti forti di Belluno, ma non siamo riusciti a trovare le contromisure adatte (forse anche per qualche assenza di troppo, ancora una volta) e gli avversari ci hanno imbrigliato bene e hanno sfruttato la loro prevalenza territoriale per prendere il largo con i piazzati. Poi due mete in pochi minuti e partita che sembra chiusa. Ed è chiusa sul serio.

C'è il sole, ma la cosa non basta a permetterci di essere efficaci contro un Belluno che copre bene il campo e difende con attenzione lasciandoci poco spazio. Anche noi non difendiamo male, ma loro riescono più spesso a prendere il vantaggio. Abbastanza a posto nelle fasi chiuse, anche se rispetto ad altre occasioni forse in mischia manca un po' di peso, che sarebbe stato certamente utile). In touche andiamo un po' meglio della settimana scorsa, pur senza fare cose eccezionali. Nelle ruck siamo decisi e aggressivi, ma un po' troppo spesso in ritardo nel sostegno. All'esterno la palla fa fatica a viaggiare: c'è pressione della difesa e noi facciamo parecchi errori. Tutto questo permette ai bellunesi di occupare il campo più di noi e di giocare più spesso dalla nostra parte rendendosi pericolosi in alcune occasioni, che non cercano a tutti i costi di convertire in meta dato che tutte le volte che facciamo fallo possono sfruttare il piede felice della solita ottima apertura (alla fine per lui 4 su 6 con 2 piazzati sbagliati di pochissimo e 2 trasformazioni). E' in questo modo che matura lo 0-9 dei primi 25'. Si sapeva che poteva andare così e non siamo riusciti a evitarlo, siamo sotto ma teniamo ancora bene il campo e non abbiamo affatto ceduto. Qui giochiamo la fase migliore del nostro primo tempo portandoci nei pressi della linea e riuscendo alla fine a sfondare con Radu. Trasformazione angolata e Cia, che prova da piazzatore, non colpisce perfettamente e non ci arriva. Per una decina di minuti ancora si gioca con in campo un sostanziale equilibrio, poi il Belluno ci fa del male e con la nostra collaborazione e mette a segno due mete trasformate: una con i trequarti che recuperano un calcio, si trasmettono bene l'ovale con qualche rimpallo fortunoso e vanno fino in fondo, l'altra trovando un varco lungo la linea e correndo fino a dietro i pali. Il tempo finisce 5-23 e il colpo subito è pesante.

Lo spazio per recuperare nella ripresa ci sarebbe, ma quello che si è visto non autorizza a nutrire aspettative troppo ottimistiche. In più Mafia per farsi notare e uscire tra gli applausi trova modo di assassinarsi un ginocchio e dintorni. Anche un avanti bellunese esce male da un placcaggio e viene sostituito perchè fa fatica a stare in piedi, ma la partita, anche se intensa, è abbastanza corretta. Però non troviamo il modo di reagire efficacemente. Il gioco è in equilibrio, sempre con una leggera prevalenza di Belluno che ha due calci e ne mette uno sul palo e l'altro dentro per il 5-26 e con noi che prima non riusciamo a sfruttare la superiorità numerica per un fallo in ruck degli avversari, poi segniamo in inferiorità numerica mentre l'incolpevole Boci è fuori ammonito a causa di un fallo commesso da qualcun altro. Riusciamo ad avanzare bene con penetrazioni vicino al raggruppamento, costringiamo gli avversari al fallo e da punizione ai 5 metri Radu si avvicina alla linea e sul successivo attacco sfonda Nicola Momesso che segna e che dopo un minuto sarà costretto a uscire col naso segnato da una tacchettata. Termine trasforma e siamo 12-26, risultato che non cambia malgrado nel finale una bella maul di Belluno che va in meta ma con movimento irregolare.

Non è andata bene, la squadra ha lottato con carattere ma le è mancata un po' di qualità e di efficacia contro una squadra che fisicamente potevamo impensierire ma tecnicamente ci ha concesso poco. Ora pausa di una settimana per l'inizio del 6 nazioni e poi si gioca, sempre a Polcenigo, il 10 febbraio contro l'Alpago. Due settimane per prepararsi: forza FIOI!

Hanno giocato: T. Frara, Cia (60' Scussat), Fiorentino, Strohbach, Cazorzi, Termine, Baldo, Santarossa, Del Puppo (45' Momesso, 76' Cuzzolin), Rossi, Marson, Giordano, Carpenè, Zanchetta, Radu. A disposizione: Battistella, Corai, Dal Bo, Giuriolo.

Hanno segnato: 4' c.p. Belluno (0-3), 11' c.p. Belluno (0-6), 24' c.p. Belluno (0-9), 26' m. Radu nt. (5-9), 36' m. Belluno tr (5-16), 41' m. Belluno tr. (5-23), 72' cp. Belluno (5-26), 75' m. Momesso tr. Termine (12-26).

Ultima modifica: 29/01/2013 alle 00:28

Indietro