25 TOUCH RUGBY ODERZO

Iscriviti online

Touch Rugby Oderzo 2019
Sabato 21 Settembre - ore 15.00

Aperto a maschi e femmine di tutte le età. Vi aspettiamo!!

Filtra le notizie per tipologia:

12/04/2015, 20:44

FIRST XV, CHE PARTITA: VOLIAMO SOPRA ALLE CIVETTE

 

Ottima prestazione dei nostri grandi Grifoni, che in quel di Pordenone si impongono con un risultato di 15 a 30 nella partita più importante del girone. I nostri ragazzi, reduci dalla pesante sconfitta in casa del Belluno per 21 a 17, hanno saputo riprendersi dal tracollo mentale di due settimane fa, e lo hanno dimostrato sul campo in un entusiasmante confronto con un avversario fortemente motivato a lasciare il segno.

 

Sotto un caldo sole primaverile, la partita sembra cominciare subito bene per i Grifoni: già al 1’ guadagniamo un calcio che però non riusciamo a trasformare; ma di nuovo al 5’ l’arbitro fischia il fallo e questa volta Bottosso butta il pallone in mezzo ai pali per lo 0 a 3. Il movimento palla è comunque ben articolato, i nostri sono sempre in attacco e infatti sfioriamo la meta di un soffio al 10’. La situazione si stabilizza, con entrambe le squadre a gestire il gioco, finché al 21’ Antonelli si beve l’ultimo uomo e va a segnare in bandierina. La meta purtroppo non viene trasformata (0- 8). Il Pordenone reagisce e si porta avanti, riuscendo a piazzare un calcio al 25’ (3-8); ma dopo dieci minuti è ancora Antonelli ad andare in meta, facendo lo slalom in mezzo alla difesa e andando a segnare in mezzo ai pali; la trasformazione ci porta sul 3 a 15. Intanto avviene la prima sostituzione, con Cincotto che rileva un acciaccato Da Col. Sulla fine del tempo rimaniamo però in 14 a causa di un giallo.

L’inizio del secondo tempo vede un’altra sostituzione: dentro Cuzzolin per Ferrari. I nostri non abbassano la guardia, anzi alzano il tiro e provano il carrettino avanzante da touche: l’ottima organizzazione del drive consente a Conte di segnare la meta, trasformata ancora da Bottosso; il tabellino ora segna 3 a 22. Tuttavia il Pordenone non demorde, pressa quando può e infatti, a causa di un errore della difesa, riesce ad approfittarsi di una palla vagante per schiacciare in meta (trasformata), per il 10 a 22. Ma la concentrazione dei Grifoni resta alta, e infatti al 20’ sulla linea dei cinque viene stoppato un pallone che Cincotto prontamente schiaccia oltre la linea, per il 10 a 27 (trasformazione non riuscita). Comincia il valzer dei cambi, con Marian e Mazzola che sostituiscono Donadel e Sturz, mentre poco dopo anche il Pordenone resta in 14 per un giallo rifilato dall’arbitro. Le Civette sono però ancora in partita, e infatti al 25’ approfittano nuovamente di qualche pasticcio difensivo sulla nostra linea dei cinque per battere veloce una punizione e andare a segnare la meta, non trasformata, che porta il risultato sul 15-27. Poco dopo, continuano i cambi: entrano Battistella per Zanet (con Pelloia che passa mediano di mischia) e Dus per Schiabel; la partita sta volgendo al termine e il Pordenone non riesce più a incidere nelle azioni. Le sostituzioni portano nuove forze ai Grifoni, che vedono concedersi dall’arbitro un’altra punizione (con un altro giallo per il Pordenone), piazzata da Bottosso per il definitivo 15 a 30. Prima della fine ci viene dato un altro giallo per fallo in mischia chiusa, ma ormai il la partita è allo scadere. C’è giusto il tempo per l’ultima sostituzione (Naressi per Bottosso), ma l’arbitro dopo due minuti fischia la fine.

 

Bella partita, ben giocata e ben vissuta, sia sul campo che sugli spalti. Squadra concentrata fin dal primo minuto, mai arrendevole o permissiva: sempre in vantaggio sugli avversari, i ragazzi hanno prima di tutto vinto la battaglia mentale, che si è rivelata fondamentale per condurre la gara. Pochissimo spazio agli errori, da cui il Pordenone ha saputo trarre il massimo vantaggio, ma che non hanno mai demoralizzato lo spirito dei Grifoni.

Ottima la conduzione della mediana; di largo respiro le giocate dei tre quarti; solida e rocciosa la prestazione della mischia, superiore agli avversari nelle fasi statiche.

In conclusione, una partita in cui ogni ragazzo ha saputo dare il massimo, in cui ogni giocatore si è gettato oltre la barricata; un match giocato con grande rispetto per un valido avversario, come tale si è dimostrato il Pordenone, sempre vigile e ostinato.

Facciamo i complimenti a tutti i giocatori e ringraziamo il pubblico per il supporto dato ai ragazzi in questa fondamentale partita, e Vi diamo appuntamento alla prossima settimana per il match in casa contro il Riviera. FORZA FIOI!

 

Hanno giocato:

15 Pelloia 14 Antonelli 13 Schiabel 12 Buratto (C) 11 Mulè 10 Bottosso 9 Zanet 8 Ferrari 7 Busato 6 Da Col 5 Lehmann 4 Donadel 3 Conte 2 Sturz 1 Chalonec

Entrati:

Mazzola, Cuzzolin, Cincotto, Marian, Battistella, Naressi, Dus


 

Ultima modifica: 22/04/2015 alle 19:13

Indietro