PRANZO NATALE 2020
Prenotazioni chiuse
Vi aspettiamo Domenica 20 Dicembre 2020 dalle ore 12.00 alle 13.00 !!






NEWS LETTER GRIFONI
Tieniti informato sulle novità

Iscriviti qui Newsletter Grifoni
Filtra le notizie per tipologia:

14/03/2012, 16:01

A POLCENIGO ODERZOLIVENZA SUPERA DI SLANCIO (44-3) MONSELICE

Per la prima volta quest’anno sul campo (erboso!) di Polcenigo, l’Oderzo Livenza tira fuori forse la migliore partita dell’anno, malgrado le incertezze di Trento e la mancanza ancora di qualche uomo. Le nostre Bestie hanno giocato con ritmo e aggressività spegnendo via via la resistenza di un Monselice che ha fatto una partita onesta ma non è praticamente mai riuscito a contrastare con efficacia l’azione dei giallo-bianco-rossi.

Molta gente al Campo Don Santin che finalmente ospita quest’anno una partita di campionato. Bella giornata e condizioni ideali che le Bestie sfruttano da subito cercando la conquista territoriale e la penetrazione. Inizio combattuto con leggera prevalenza territoriale dei padroni di casa e prima segnatura con una palla aperta dai 22 fino all’ala con inserimento all’esterno di Frara che riceve da Cazorzi e segna alla bandierina. Quercini trasforma e siamo 7-0. E’ la fase più incerta, con Monselice che cerca di riconquistare campo e riesce per qualche minuto a tenerci lontani dai propri 22 senza però riuscire a rendersi pericoloso: la difesa è buona e una volta esaurita la prima spinta avversaria l’OderzoLivenza torna nei 22 avversari e segna di nuovo con una bella penetrazione di Sindoni (12-0). La reazione di Monselice stavolta porta a conquistare un piazzato, riequilibrato poco dopo da una punizione di Quercini (15-3). Attacchiamo ancora ma in apparenza senza risultato: occupiamo a lungo il campo avversario, tentiamo di penetrare sia al largo che vicino al raggruppamento, con Quercini (buona la sua partita) che distribuisce palla variando le soluzioni e con diverse occasioni in cui prendiamo il vantaggio ma non riusciamo a concretizzare fino a quando, proprio a fine tempo, Strohbach rompe la linea per l’ennesima volta e Fiorentino è pronto al sostegno e segna. Trasformazione, 22-3 e partita che pare avviata su di un binario tranquillo, cosa che però, dati i precedenti, in realtà non ci rassicura.

Ma questa volta non ci sono sorprese negative. Il Monselice combatte per un po’ ma con meno convinzione, tentando di premere nella nostra metà campo senza però trovare occasioni importanti. Siamo noi invece a chiudere la partita con un break di Fiorentino su palla recuperata da touche avversaria sbagliata e lunga discesa che trova il sostegno di Strohbach e poi di Simone Martin che segna (27-3). Potrebbe bastare ma non si sa mai, e poi i fioi sembrano davvero divertirsi e giocano fino alla fine. Così c’è tempo prima per un bel calcetto di Cazorzi (crescita notevole per lui, a dimostrazione di quanto paga l’impegno) che procura una punizione e altri 3 punti di Quercini, e poi per due mete non realizzate (una volta perdiamo palla in area di meta dopo touche e maul, un’altra Sindoni entra dopo un piazzato battuto veloce ma la palla resta alta) e per due realizzate: Rossi sfonda dopo una mischia chiusa rubata ai 5 metri e Naressi nel finale e’ pronto al sostegno dopo una penetrazione profonda. Quercini trasforma tutte e due le volte e  il finale è 44-3.

Bella squadra, che ha girato abbastanza bene: migliora la gestione della palla nella mediana tra Quercini e Nadalon, (per il quale la partita è stata piuttosto dura, ma che sta acquisendo sicurezza) e tra loro e i centri, con Strohbach al suo meglio e Naressi efficace in versione secondo centro. Buon lavoro in prima linea di Carpenè e Del Puppo (oltre a Sindoni) sia in mischia chiusa che in ruck. Sicuri e combattivi Marson e Rossi e in terza linea, assieme a Fiorentino e Martin, fa piacere rivedere un “Baal” Sanson volitivo. Bene anche per il rientro all’ala di Da Rugna che maledice un paio di palle perse ma dimostra di essere tornato in buone condizioni e di saper trovare spazio.

C’è da fidarsi? Speriamo. Non possiamo scommettere troppo sulla costanza delle nostre prestazioni. Le due partite che mancano a fine campionato (domenica riposiamo nel recupero della giornata rinviata per gelo a febbraio) probabilmente non cambieranno in modo sostanziale la nostra classifica, anche perché ricevere la capolista Bassano (domenica 25 a Polcenigo) e andare a Feltre non sono proprio faccende da sbrigare con facilità. Ma si può provare a opporre resistenza e fare una buona partita. E’ una squadra che può svilupparsi, trovare intesa e macinare gioco. Basta dargliene la possibilità. Forza FIOI!

Hanno giocato: Frara T., Da Rugna (62’ Giuriolo), Naressi, Strohbach, Cazorzi (73’ Dal Bo’), Quercini, Nadalon, Sanson (77’ Pessotto), Fiorentino, Martin S., (65’ Sordon), Rossi, Marson, Sindoni, Del Puppo, Carpenè. A disposizione: De Carli. All. Dalla Ca’ e Zanusso.

Hanno segnato: 7’ m. Frara tr. Quercini (7-0), 19’ m. Sindoni nt. (12-0), 22’ cp. Monselice (12-3), 24’ cp. Quercini (15-3), 40’ m. Fiorentino tr. Quercini (22-3), 50’ m. Martin S. nt. (27-3), 59’ cp. Quercini (30-3), 65’ m. Rossi tr. Quercini (37-3), 75’ m. Naressi tr. Quercini (44-3).

Ultima modifica: 14/03/2012 alle 17:02

Indietro