Filtra le notizie per tipologia:

23/04/2015, 11:49

QUEI BRAVI RAGAZZI...DELL'UNDER 18!

 

Goodfellas. Quei bravi ragazzi. Ecco come possiamo definire il gruppo U18. Chiaramente, non stiamo parlando di gangster, ma di un gruppo compatto e ormai ben rodato, in cui tutti sembrano trovare il proprio posto, dai "veterani" del '96 alle nuove leve del '98. E la serenità che si vede fuori dal campo è la stessa armonia che traspare in campo, negli off-load e nelle giocate al largo. L'unica differenza è che sul terreno di gioco i nostri Grifoni si tolgono il sorriso e tirano fuori quel killer-instinct che ci permette di togliere le castagne dal fuoco di fronte a un Piave coraggioso e molto solido.

Insomma, killer instinct, birra nel terzo tempo e pacche sulle spalle: sono proprio i Goodfellas della U18!

 

Kick-off alle ore 11.00, sotto un piacevole sole primaverile. Gli avversari del Piave mettono subito in chiaro le cose, facendoci capire che non sono venuti a Oderzo per farsi una passeggiatina. Si portano più volte avanti, con pericolose incursioni nella nostra metà campo ma, seppur a fatica,  riusciamo a respingerli oltre i nostri 22. Al 9' proviamo ad alzare la testa con la cavalleria, aprendo la palla ai trequarti, ma sulla linea mediana l'ala avversaria capisce tutto, intercetta l'ovale e a gambe levate va a piazzare la palla sotto i pali. Meta trasformata e avversari che si portano sul 7 a 0.

Pochi minuti dopo proviamo a risalire il campo, portandoci a ridosso della loro linea di meta. L'arbitro fischia un penalty per noi, Saltini (7) non se lo fa ripetere, la gioca veloce e riesce a portare l'ovale oltre la fatidica linea, prendendo gli avversari alla sprovvista. Dalla piazzola Taffarel (10) non sbaglia e riporta i conti in parità. Seguono incursioni in campo nemico sia da parte nostra che da parte loro. Intorno al 30' ci mangiamo le mani in un paio di chiare occasioni da meta: nel primo caso il Piave ci accompagna all'uscita proprio a pochi centimetri dalla linea di meta, mentre pochi secondi dopo il pallone ci scivola dalle mani in area di meta. Half time: 7 - 7. Risultato giusto che rispecchia i valori visti in campo: noi bravi a contenere le percussioni del Piave, loro bravi a disinnescare le nostre sortite offensive.

 

Secondo tempo. Riprendiamo da dove abbiamo interrotto, e lo scontro riprende alla pari. A cinque minuti Benetti (1) decide di mettere i cingoli: si fa dare la palla sulla loro linea dei 10, ingrana la marcia giusta e parte, scansando avversari e macinando metri. Dopo una trentina di metri, il nostro pilone mobile arriva alla tanto agognata meta, regalando cinque punti aggiuntivi ai nostri,a cui si aggiungono i due punti arrivati dalla tomaia di Taffarel.

Al 14' Cardin (12) porta altri 5 punti nella saccoccia dei Grifoni, con una buona azione dei trequarti. Niente trasformazione, rimaniamo sul 19 a 7 quando mancano 20 minuti al fischio finale.

Due minuti dopo ci riportiamo in avanti e imbastiamo una stupenda azione corale, con i centri Zambon (13) e Cardin in percussione che a suon di ricicli e frontini si portano avanti. Ottimo il sostegno di Martin (5) che impegna l'uomo e con un passaggio da NBA passa l'ovale a Capitan Faggiano (6), libero di involarsi in meta. Taffarel trasforma e ci portiamo sul 26 a 7.

A bonus acquisito siamo bravi a non rischiare troppo e a contenere la reazione degli avversari. A meno di dieci minuti decidiamo di chiudere definitivamente la partita, prima sfruttando il parapiglia venutosi a formare di fronte alla loro linea di meta (e riusciamo a piazzare l'ovale oltre la linea grazie a una svista degli avversari), poi con una briosa giocata dei trequarti che porta Pascon (15) a schiacciare l'ovale in meta. Nessuna delle due ultime trasformazioni verrà realizzata, e quindi chiudiamo la partita sul 36 a 7.

 

Ottima prova dei nostri ragazzi, che hanno portato in campo tante buone (e belle) giocate, giocando con la grinta giusta. I ricicli e il sostegno sono ormai meccanismi ben oliati, che hanno fatto la differenza contro la solidità del Piave. La mischia ha tenuto, dimostrandosi molto attiva anche in campo aperto nonostante la mancanza di ricambi dalla panchina. Qualche tentennamento di troppo sulle prese al volo e in touche, ma niente di preoccupante. Dopo i successi internazionali contro francesi e scozzesi, arriva una buona vittoria contro una buona squadra: ci sono moltissimi segnali positivi, e dato che questi bravi ragazzi sono il nostro futuro, possiamo dormire sonni tranquilli! Avanti così, concentrati fino alla fine, fioi!

 

Ovviamente i complimenti vanno anche ai coach Andrea Zanusso e Raffaele "Raffo" Damo, che riescono a tirare fuori il meglio da questo gruppo. Auguriamo un buon recupero a Raffo, aspettando di rivederlo in campo accanto ai ragazzi!

 

Ecco i Goodfellas di domenica:

Pascon, Nardin (Vcap), Zambon, Cardin, Di Bona, Taffarel, Bellio, Buoro, Saltini, Faggiano (Cap), Martin, Fartat, Cazorzi, Parcianello, Benetti.


Articolo di Alberto Brescancin

 

Ultima modifica: 23/04/2015 alle 11:58

Indietro