Filtra le notizie per tipologia:

23/02/2017, 23:24

I GRIFONI U16 COMBATTONO ALLA PARI CON I GALLESI DEL DOLGELLAU E CEDONO 12-14. BELLISSIMO COME SEMPRE IL TERZO TEMPO.


Terzo tempo con gli amici gallesi di Dolgellau

Si gioca ad Oderzo, nella tana dei Grifoni, una partita amichevole dal respiro internazionale fra i nostri bravi U16 ed uno dei tanti Club rugbistici che durante la stagione ci fanno regolare visita, sia grazie all’amicizia con alcuni tour operators che per l’ormai buona fama che contraddistingue il nostro Club presso i college e le selezioni straniere, soprattutto di provenienza anglosassone. Si tratta in questa occasione del club gallese DOLGELLAU R.F.C., rappresentativa giovanile proveniente da Dolgellau, piccolo paese di circa 2.700 abitanti, situato nel Galles nord-occidentale, nel Parco Nazionale di Snowdonia, ai piedi del monte Cadair Idris. Nonostante le dimensioni di Dolgellau, il rugby è anche qui, come nel resto del Galles, davvero popolarissimo e praticato da tutti, tanto che il club locale è attualmente secondo in classifica nella Division 2 NorthWest della WRU National League.

Il Galles è terra celtica per eccellenza, terra di miniere dove il popolo per secoli ha sofferto e lavorato, terra di bardi e di cantastorie, di magia della natura e di grandi sportivi, che nel Rugby trovano forse la loro massima espressione tecnica e agonistica. Sarà come sempre un piacere per noi ospitare questa comitiva, giunta in Italia per concedere ai propri ragazzi un tuffo esperienziale nella storia e nella cultura plurimillenaria del nostro bellissimo paese. Arriveranno di certo grazie ai sacrifici economici che i loro genitori e parenti si saranno premurati di assicurare loro, animati da quel particolare desiderio di conoscenza e di rispetto delle culture diverse che anima questi popoli del nord europa.

I nostri giovani Grifoni della selezione U16 sono un bel gruppo affiatato e numeroso, guidato con sapienza e rigore dai 3 allenatori Palmiero, Rosso e Trame ed impegnato nel girone meritocratico regionale, nel quale si stanno distinguendo per capacità e qualita sia tecniche che agonistiche. Forse la consapevolezza di avere buone doti e di essere in grado di tradurle sul campo di gioco può aver portato ad una sottovalutazione della gara odierna, tant’è che i nostri ragazzi non partono con la giusta determinazione sia nel riscaldamento pre-gara che nelle prime scaramucce iniziali. Le squadre giovanili anglosassoni in generale si distinguono per la grandissima capacità agonistica nonché per la incessante ricerca del gioco per il piacere del gioco. Ai gallesi non fa difetto questa caratteristica, sicchè ci impegnano fin da subito con le loro giocate armoniose e quasi istintive, mettendo alla prova la nostra non irresistibile verve del momento. I nostri ragazzi però possono già vantare una buona esperienza di gioco, alla quale si affidano dopo aver cancellato quella atmosfera di festa che pareva regnare nelle loro teste. Impegniamo perciò con la nostra mischia i loro avanti, soffrendo peraltro una linea arretrata gallese brillante e rapida. Dove risultiamo davvero superiori è nel reparto delle terze linee, dove i nostri mastini eccellono per capacità sia offensiva che difensiva, a tamponare un esuberante numero 8 avversario ben connesso ai backs grazie ad un altrettanto ben performante numero 9. Ribattiamo colpo su colpo alle folate dei gallesi, sfruttiamo le occasioni che ci meritiamo e ci portiamo in vantaggio sia nel secondo che nel terzo tempo di gioco (si giocheranno 4 tempi ridotti complessivi [ndr]). Complice forse un calo di tenuta, ci facciamo rimontare nel finale di quarto tempo, pur mantenendo saldi sia tenuta atletica che tattica complessiva. Nel finale di gara abbiamo anche l’opportunità di sorpassare gli avversari con un calcio di punizione, concesso in posizione ghiotta per una trasformazione al piede, ma decidiamo diversamente per una giocata che non porterà gli attesi frutti. La partita termina con un risultato che recita 14 a 12 per il Dolgellau RFC, i cui giocatori e tecnici si meritano il nostro plauso e la nostra stima. Bellissimo terzo tempo (quello tipico di riposo, ristoro ed incontro che contraddistingue la nostra disciplina), come sempre ottimamente organizzato e gestito dalla Crew della Clubhouse, condito con numerosi scambi di doni e di propositi amichevoli nonché allietato da ottime libagioni. Sono queste bellissime occasioni che vengono concesse ai nostri ragazzi, ai quali si offrono opportunità di confronto sia rugbistico che umano, che ci auguriamo possano essere loro utili per la crescita sia come giocatori di Rugby che come futuri uomini. Ringraziamo di queste chances sia il Direttivo dei Grifoni che i Tour Operators, che ci stimano come validi ed affidabili interlocutori. Un caro saluto e un augurio di buon rientro ai nostri nuovi amici del Dolgellau RFC e un ringraziamento speciale al nostro amico (nonché giocatore seniores) Daniel Ohwovoriole, che ha prestato la sua magnificente opera di traduttore con plauso e stima di tutti. Un saluto a tutti i nostri sostenitori e a presto sui campi.

Ultima modifica: 24/02/2017 alle 00:34

Indietro